Spedizione in Italia Gratuita per tutti gli ordini superiori a 60€
Blog thumbnail

Sapone fatto in casa

Sapone fatto in casa

Blog thumbnail

Oggi ti propongo un DIY un po’ più complesso del solito, ma di grande soddisfazione. È anche molto carino come idea regalo. Parlo del sapone fatto in casa 😜

Parto con le raccomandazioni: la ricetta prevede l’utilizzo di soda caustica, che è un ingrediente da maneggiare con la massima cautela. Scegli una stanza ben areata, metti i guanti, gli occhialini di protezione e la mascherina, per proteggerti dai vapori che sprigiona. Ovviamente dev’essere tenuta lontana da bambini, animali domestici…
Non c’è da aver paura, ma bisogna fare attenzione – te l’ho detto che stavolta la ricetta è un po’ più difficile!

Detto questo, vediamo cosa ti serve:
– olio d’olia, 1kg
– soda caustica, 128g
– acqua distillata, 300g
– una bilancia elettronica (le dosi devono essere precise!)
– un termometro da cucina
– un mestolo di legno
– due pentole in metallo, non antiaderenti
– un bicchiere di vetro o pirex
– un frullatore a immersione
– uno o più stampi, anche in silicone
– pellicola da cucina
– una vecchia coperta
– carta forno
– facoltativi: oli essenziali, fiori secchi, scorze di agrumi per decorare.

Procedimento

1) Indossa le protezioni: guanti, occhialini e mascherina e apri la finestra della cucina.

2) Pesa 1 kg di olio d’oliva nella pentola di metallo e riscalda a fuoco lento fino a portarlo a 60°C – qui ti serve il termometro.

3) Nel bicchiere (o nel pirex) pesa la soda caustica.

4) Nella seconda pentola, pesa l’acqua.

5) Versa lentamente la soda nell’acqua – MAI il contrario – e fai attenzione perché inizierà subito la reazione chimica che farà aumentare la temperatura della soluzione e sprigiona i fumi pericolosi.

6) Mescola bene la soluzione di acqua e soda e falla raffreddare fino a 45°C.

7) Quando avrà raggiunto questa temperatura, versala lentamente nella pentola con l’olio, mescolando delicatamente.

8) Adesso ti serve il frullatore a immersione. Facendo attenzione a non schizzarti, frulla il composto per 3 o 4 minuti, per dare inizio alla saponificazione. 

9) Quando vedi che se fai colare un po’ di sapone questo rimane in superficie – si dice che ha raggiunto “il nastro” – passiamo alla parte divertente: puoi aggiungere fiori secchi, oli essenziali, scorze di agrumi… Mescola sempre bene con il mestolo di legno.

10) Versa il sapone negli stampi. Puoi usarne uno unico – poi lo taglierai a fette – oppure scegliere delle piccole forme divertenti.

11) Copri lo stampo con la pellicola da cucina e poi metti sopra una vecchia coperta, perché il sapone deve raffreddarsi lentamente. 

12) Dopo 48 ore, sempre usando i guanti perché la soda non si è ancora neutralizzata, puoi sformare il sapone. Taglialo a fette se hai usato uno stampo grande, oppure sforma i singoli panetti, e mettili su un foglio di carta forno a maturare.

13) Conserva tutto in un posto fresco e asciutto, ci vorranno circa due mesi prima che il sapone sia pronto per essere usato.

Complicato? Un po’.
Divertente? Molto.
Io l’ho fatto spesso e devo dire che passata la prima paura a maneggiare la soda caustica mi è piaciuto un sacco!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo Carrello

0

Nessun prodotto nel carrello.

Hit Enter to search or Esc key to close